Ultima modifica: 3 ottobre 2017

Regolamento di Istituto

 

 NORME DI COMPORTAMENTO E COMUNICAZIONI SCUOLA-FAMIGLIA A.S. 2014/2015  

Per delibera del Consiglio di Istituto si dispone quanto segue: 

 

 

Libretto personale – Emergenze – Assenze – Rapporti scuola-famiglia – Ritardi – Ingressi posticipati e uscite anticipate – Comportamento – Note disciplinari – Utilizzo telefoni cellulari – Orario segreteria – Orario di presidenza

 

LIBRETTO PERSONALE  – All’inizio dell’anno scolastico è consegnato agli studenti un apposito libretto personale sul quale dovrà essere apposta, per gli alunni minorenni, da parte di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, la firma di riconoscimento. Tutti i libretti devono essere dotati di foto formato tessera.
Qualora si esaurisca anche una sola parte del libretto (ritardi o assenze o uscite anticipate ecc…) si deve richiedere un secondo libretto alla segreteria didattica previo versamento di € 10,00 sul C/C postale dell’Istituto n.17218108. Il vecchio libretto verrà ritirato dal docente Coordinatore di Classe che lo consegnerà in segreteria.
Il libretto personale deve essere sempre portato a scuola e deve essere controllato dai genitori. Le note e i provvedimenti disciplinari riportati sul registro devono essere trascritti sul libretto, firmati dal docente e controfirmati da parte di uno dei genitori. Al docente che ha firmato la nota sul libretto spetta il compito di verificare l’avvenuta controfirma e di segnalare eventuali inadempienze al Coordinatore di Classe. In ogni caso il possesso del libretto scolastico fino all’ultimo giorno di scuola è la condizione necessaria per essere ammesso in Istituto.
EMERGENZE  – In caso di malessere l’allievo sarà accompagnato da un collaboratore scolastico in infermeria che, dopo gli accertamenti e gli eventuali soccorsi, avvertirà la segreteria e i genitori.
Nei casi di grave malessere o infortunio, il Preside provvederà a fare intervenire un’ambulanza o farà accompagnare l’alunno al pronto soccorso del più vicino ospedale, con un taxi.
Nel caso si manifesti un improvviso malore è richiesta la presenza di un genitore o di un familiare per autorizzare l’uscita anticipata. Per gli alunni maggiorenni verrà contattato un genitore che dovrà autorizzare l’uscita.
ASSENZE  – In caso di scioperi indetti dai sindacati del personale docente e/o A.T.A., il Dirigente Scolastico informerà le famiglie che il servizio potrebbe non essere garantito, ma gli alunni devono comunque recarsi a scuola perché le lezioni, se il docente non aderisce allo sciopero, si svolgeranno regolarmente.
Le assenze dalle lezioni di uno o più giorni debbono essere giustificate il primo giorno successivo al periodo di assenza. La giustificazione deve essere firmata da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, che abbia depositato la firma in segreteria. Per gli alunni maggiorenni sarà valida l’autogiustificazione firmata.
Il docente della prima ora di lezione, o il sostituto in caso di sua assenza, è delegato a richiedere, verificare ed annotare sul registro di classe la giustificazione della assenza.
Gli alunni possono essere ammessi senza giustificazione il primo giorno, ma deve essere annotato sul registro in corrispondenza del giorno successivo, che tali alunni devono giustificare.
Se al secondo giorno l’allievo continuerà a non giustificare, si avvertirà la famiglia che il giorno successivo, se sarà ancora privo della regolare giustificazione scritta, l’alunno non verrà ammesso in Istituto fino a quando non avrà giustificato.
RAPPORTI SCUOLA-FAMIGLIA  – I genitori, in caso di problemi urgenti, possono chiedere su appuntamento un incontro con il Coordinatore di Classe.
I genitori possono esporre problemi particolari alla Presidenza chiedendo un colloquio su appuntamento.
I Consigli di Classe ed i colloqui individuali fra docenti e genitori si terranno in ore pomeridiane secondo un calendario che sarà comunicato tempestivamente. Tuttavia, per eventuali incontri al mattino tra genitori e docenti, si potrà contattare il Coordinatore di Classe che provvederà a fissare gli appuntamenti. I Coordinatori di Classe e/o il Preside avviseranno le famiglie nei casi di periodi di assenza dubbi o preoccupanti, anche di alunni maggiorenni.
Le comunicazioni della Presidenza potranno avvenire anche per via telefonica e tramite S.M.S. ai cellulari.
RITARDI  – L’orario di inizio delle lezioni è fissato alle ore 8,05.
La campanella suonerà una prima volta alle 8,00. Gli alunni possono entrare nei 5 minuti che precedono l’inizio delle lezioni. I docenti sono tenuti a trovarsi in aula 5 minuti prima dell’inizio stabilito per le lezioni.
Il docente della prima ora di lezione, o il sostituto in caso di sua assenza, è delegato a richiedere, verificare ed annotare sul registro di classe la giustificazione del ritardo. I ritardi brevi devono essere giustificati il giorno seguente dal docente della prima ora di lezione. In caso di ritardo superiore ai 10 minuti, gli studenti non possono accedere ai locali scolastici e saranno ammessi in classe dall’insegnante della 2^ ora di lezione.
I ritardi devono essere giustificati o nello stesso giorno o il giorno successivo.
I ritardi devono essere giustificati o nello stesso giorno o il giorno successivo.
INGRESSI POSTICIPATI E USCITE ANTICIPATE  – Le richieste di ingressi posticipati e uscite anticipate dovranno essere inoltrate almeno un giorno prima depositando il libretto personale presso il collaboratore scolastico del piano di presidenza (I.P.S.I.A.) e presso quello del piano terra all’I.P.C., entro le ore 8,10 e ritirando lo stesso durante il primo intervallo. Gli ingressi posticipati, solo se provvisti di regolare giustificazione, potranno avvenire non oltre le ore 9,50 e non saranno ammessi in Istituto gli allievi che, anche se con giustificazione, si presenteranno oltre tale ora. Le uscite anticipate saranno autorizzate se e solo se la loro richiesta non sia anteriore alla IV ora di lezione.
Si precisa che tale modalità rimane l’unica per il rilascio dei permessi citati.
COMPORTAMENTO  – Nei cambi d’ora gli studenti devono rimanere nella propria aula tenendo un comportamento corretto. Gli spostamenti per recarsi nei laboratori o in palestra dovranno avvenire in ordine e silenziosamente.
L’accesso ai laboratori è consentito unicamente agli allievi accompagnati dagli insegnanti, che si assumono la responsabilità del corretto uso del materiale.
Alla fine degli intervalli gli allievi devono trovarsi in aula senza prolungare arbitrariamente la durata dei medesimi, per non incorrere in note sul libretto scolastico personale. Durante gli intervalli è proibito sostare sulle scale di emergenza addette soltanto alle vie di fuga.
Per legge è proibito fumare nei locali scolastici e nelle aree pertinenti all’Istituto, compresi i servizi igienici, ed è vietato anche l’uso della sigaretta elettronica.
Durante lo svolgimento degli intervalli, è prevista un’area esterna che per l’IPSIA è situata sul retro dell’edificio adiacente al parcheggio auto, sotto il gazebo. Per l’IPC nel cortile adiacente l’ingresso principale.
È assolutamente vietato agli studenti l’accesso in aula insegnanti.
Le classi che sporcano in modo ingiustificato il locale in cui hanno svolto lezione sono tenute a pulirlo, entro il termine della lezione stessa, dopo essersi procurati gli attrezzi dai bidelli del piano. Gli allievi sono tenuti a segnalare tempestivamente eventuali danni riscontrati nei locali al fine di individuarne i responsabili. Nel caso di danni provocati ai locali o alle attrezzature utilizzate in modo improprio, l’Istituto provvederà ad addebitarne la spesa alle famiglie. Non deve essere portato a scuola materiale non attinente alla attività scolastica. È vietato agli studenti l’uso dell’ascensore, fatti salvi gli allievi in situazione di disabilità motoria momentanea o permanente.
Per educazione e rispetto del lavoro dei collaboratori scolastici (bidelli) e del decoro dell’ambiente in cui si vive, occorre utilizzare gli appositi contenitori evitando di buttare sul pavimento e nel prato cartacce e rifiuti.
L’Istituto non si assume alcuna responsabilità per l’eventuale sparizione di libri, denaro, cellulari, oggetti personali lasciati incustoditi nelle aule, nella palestra o in altre aree dell’Istituto.
In nessun caso gli studenti possono lasciare i locali scolastici senza autorizzazione.
Durante le lezioni, le uscite degli allievi dall’aula, in via eccezionale e solo se necessarie, sono autorizzate dai docenti; le uscite, devono comunque, avere una durata limitata e non debbono arrecare disturbo allo svolgimento delle lezioni in altre classi. In ogni caso può essere autorizzato un solo studente per volta.
NOTE DISCIPLINARI  – Le note personali vanno scritte e firmate oltre che nel registro di classe anche sul libretto scolastico (nello spazio riservato alle comunicazioni scuola-famiglia) dal docente che assume il provvedimento. Lo stesso docente dovrà verificare che la nota sia stata controfirmata da un genitore che ad inizio anno ha depositato la firma. Le note di classe vengono riportate solo sul registro di classe.
Alla terza nota sul libretto, il Coordinatore di Classe convocherà il genitore.
Il numero delle note, nonché la loro gravità, comporterà un aggravio dei giorni di sospensione qualora l’allievo commetterà qualcosa di grave che implica la convocazione del Consiglio di Classe.
Il numero delle note, nonché la loro gravità, comporterà un aggravio dei giorni di sospensione qualora l’allievo commetterà qualcosa di grave che implica la convocazione del Consiglio di Classe.
UTILIZZO TELEFONI CELLULARI  – In base alla Direttiva Ministeriale, del 15 marzo 2007 è vietato l’uso di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica. L’uso improprio del cellulare prevede il ritiro da parte del docente dello stesso e la riconsegna a un genitore. Per ogni evenienza o necessità, oltre che urgenza, ci sarà sempre il personale della scuola che potrà mettere rapidamente in contatto i genitori con l’allievo interessato telefonando allo 011/896.87.45 (IPSIA) e allo 011/800.52.49 (IPC).
ORARIO SEGRETERIA  – La segreteria didattica è aperta all’utenza da lunedì a venerdì dalle ore 8,00 alle 9,30 e il sabato dalle ore 10,00 alle 12,30. Nei giorni di martedì e giovedì anche dalle ore 17,00 alle 19,00.
ORARIO di PRESIDENZA  – Su appuntamento tranne il sabato.
 
Il Dirigente Scolastico
(Prof. Livio Giovanni Gentile)

 

 

 

Link vai su